Project Britain Rivers Homework Help luglio 27, 2016 literature review on electronic payment system admin

Il Presidente

http://linipedia.com/?p=as-textiles-coursework-help Dei trent’anni, trascorsi dalla nascita fissata nel 1953, che celebriamo con questa pubblicazione, quasi venti hanno visto Mario Frugoli presiedere il Consiglio Direttivo del nostro Circolo. E’ stato il presidente dei nostri primi passi, della bonifica della radice rocciosa su cui oggi poggia la parte a mare della nostra sede con la veranda e il piazzale, della costruzione dei nostri campi da tennis, dalle prime gru manuale che ha consentito le prime regate, dall’ampliamento e della sistemazione definitiva della nostra sede. E’ stato l’instancabile animatore di tutte le attività sportive del nostro Circolo che sono culminate nell’organizzazione del Campionato Italiano delle derive “U” ed “S” e del Campionato d’Europa e del Nord Africa della Classe Stelle.E’ stato in una parola l’uomo che ha materialmente costruito il Club Nautico. Il suo grande cuore di sportivo ha intuito quali sarebbero stati gli sviluppi di un’associazione sportiva velica a Marina di Carrara, la sua grande generosità e la sua frenetica ed appassionata attività l’hanno realizzata. Per vent’anni il Club Nautico è stato in cima ai suoi pensieri, tanto importante per lui quanto il suo lavoro al quale chi lo conobbe sa quanto sia legato. Le gloriose flotte I.S.C.Y.R.A. sono sorte e si sono affermate per il suo impulso diretto e lo sport velico a Marina di Carrara ha iniziato il suo cammino fino a raggiungere i traguardi prestigiosi e che rappresentano il nostro patrimonio più glorioso. Fu un animatore ed un trascinatore dei ragazzi; comprese fin dagli anni 50 che lo sport poteva essere di grande aiuto alle giovani generazioni e si prodigò personalmente perché i giovani potessero essere avviati alle discipline sportive pratiche dal nostro circolo. Con la collaborazione preziosa di Gian Carlo Lagomarsini ha fatto conoscere il nostro sodalizio fuori dei confini del nostro Comune per situarlo durevolmente fra i primi circoli velici italiani. Il Club Nautico deve a Mario Frugoli riconoscenza ed il miglior modo per dimostrargliela non è abbandonare i principi fondamentali da lui indicati, che l’esperienza ormai trentennale ha definitivamente dimostrati validi.

go here

enter L’augurio del Presidente

http://www.meandergroep.com/?help-writing-jquery help writing jquery Sono lieto di porgere l’augurio della Federazione Italiana Vela, del Consiglio federale e mio al Club Nautico di Marina di Carrara in occasione del trentennale della sua fondazione. Sfogliare le pagine di questa pubblicazione è per me rivivere un periodo della vela italiana che mi appartiene e mi riporta a molti anni addietro. Siamo nel 1957: il giovane Club Nautico Apuano, dopo soli tre anni dall’affiliazione all’ unione Società Veliche Italiane (divenuta FIV nel 1964), organizza la più importante regata di quella stagione: il Campionato Italiano Star. La stampa specializzata dell’epoca aveva avanzato qualche riserva sulla capacità organizzativa del Club Nautico ritenendolo troppo giovane per una manifestazione così importante, e le condizioni atmosferiche sembravano avere complottato con la stampa – ricordo ancora l’ultima prova, che mi laureò campione di italiano insieme all’indimenticabile Roberto Ciappa con il Caprice, quando tagliammo il traguardo con il loro fiocco. Ma venne la smentita dalla volontà degli organizzatori, che dimostrarono, sin d’allora, di avere imbroccato la strada giusta nel cammino verso gli allori più fulgidi. Non posso chiudere questa parentesi di ricordi senza accennare gli amici, oggi scomparsi, che del Club Nautico vanno considerati come uomini di punta: Giancarlo Lagomarsini animatore delle attività velistiche del Club e mio diretto avversario in tante regate di Stars, Emilio Vatteroni, stazzatore, anche lui starista, responsabile per molti anni della scuola di Vela, Paolo Pagani scomparso tragicamente durante una regata invernale genovese, ed il caro Gaetano Polacci che per dieci anni resse le sorti del Club Nautico partecipando alla vita del suo Consiglio Direttivo. Sportivi autentici che hanno ben seminato per il futuro del Club Nautico e che devono essere considerati come gli antesignani dei traguardi sportivi e sociali che oggi il Club ha raggiunto. L’albo d’oro è ricco di pregevoli risultati conseguiti in occasione dei Campionati nazionali, europei e mondiali, il Club annovera due equipaggi tra i componenti la squadra olimpica di Tallin, una Scuola velica che raccoglie intorno ai suoi istruttori oltre 200 ragazzi l’anno, senza considerare l’opera promozionale svolta nei confronti dei figli di dipendenti di una importante industria nazionale. E’ questo un fiore all’occhiello del Club Nautico e va esaltato per l’opera sociale che i suoi Dirigenti hanno saputo realizzare.

source url

go site L’augurio che rivolgo attraverso questa breve introduzione è che il Club Nautico possa avere un futuro pieno di successi e di traguardi vittoriosi quale premio ambito per quanti oggi dedicano la loro attività allo sviluppo della nautica carrarese, nel ricordo di quanto hanno fatto i loro predecessori e quale fulgido esempio per quelli che continueranno la loro opera.

http://fire-q.co.uk/?p=best-custom-written-essay-service