Altura: cerimonia d’apertura Campionato Italiano Assoluto d’Altura 2023

Alzato il sipario sull’evento assegnato al Club Nautico Marina di Carrara dalla Federazione Italiana Vela.

La cerimonia di apertura ha sancito ufficialmente l’avvio del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura al Club Nautico Marina di Carrara: il primo degli appuntamenti inseriti tra i grandi eventi FIV, le regate “bandiera” della Federvela con il format che prevede il villaggio sponsor FIVillage e altri momenti collaterali.

La cerimonia di apertura ha visto il benvenuto dei padroni di casa: il Presidente del Club Nautico Marina di Carrara Carlandrea Simonelli; il Presidente FIV Francesco Ettorre; l’Ing. Lorenzo Misani di EDISON NEXT naming sponsor del campionato; e il Presidente della II Zona FIV Andrea Leonardi.

I saluti istituzionali sono stati portati dalla Sindaca del Comune di Carrara Serena Arrighi, dalla vice presidentessa della Provincia di Massa Elisabetta Sordi, dalla Comandante Capitaneria di Porto Marina di Carrara, il Capitano di Fregata (CP) Monica Selene Mazzarese. Anche il Presidente CONI Provinciale Vittorio Cucurnia e il Comandante Sezione Velica MM de La Spezia, il Capitano di Vascello Roberto Savella, hanno portato i rispettivi saluti.

La cerimonia è quindi partita dagli interventi del presidente UVAI Fabrizio Gagliardi e dal consigliere federale responsabile del settore Altomare Donatello Mellina, che insieme a un armatore detentore di un titolo italiano vinto nel 2022, Nicola De Gemmis, hanno svelato sul palco i tre trofei in palio: il Trofeo dei Tre Mari, il Trofeo UVAI al primo armatore-timoniere, e il Trofeo Carlo De Zerbi.

Toccante la lettura del giuramento, una novità per l’Italiano di Vela d’Altura: per gli atleti la formula è stata letta da Tommaso Chieffi, uno dei velisti più noti e vincenti della vela italiana, mentre per l’Ufficiale di Regata è stata la volta di Elisa Del Zozzo.

Poco dopo il Presidente Ettorre ha dichiarato aperto il campionato e l’inno di Mameli ha accompagnato l’alzabandiera di Gigi Porchera sul pennone del Club Nautico Marina di Carrara.

Il marconista