J24, al timone della sua “Jamaica”, Pietro Diamanti è terzo al Campionato Italiano

Il Timoniere gialloblu, Pietro Diamanti, Presidente della Classe J24, è salito sul podio al Circolo Nautico e della Vela Argentario che ha ospitato il XLI Campionato Italiano J24: la manifestazione tanto attesa dai velisti del monotipo più diffuso al mondo.

Diamanti si è aggiudicato il podio chiudendo la classifica al terzo posto con gli stessi punti, 37, di “Aria” il J24 della LNI Olbia timonato dal Capo Flotta Sardegna Marco Frulio.

Il Titolo Italiano è andato ancora una volta al J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare Ita 416 La Superba timonato da Ignazio Bonanno che ha conquistato per il quinto anno consecutivo il Trofeo Challenger J24 e l’ottavo titolo tricolore nella Classe J24.

A bordo di “Jamaica” con Diamanti, Fabrizio Ginesi, Antonio Lupo, Paolo Governato e Matteo Tronfi.

Tra le 20 barche sulla linea di partenza, l’altro Timoniere carrarese, Luca Macchiarini su “Percinque” armato da Antonio Criscuolo, si è classificato al 12esimo posto.

A bordo di “Percinque” con Macchiarini, Luca Pregliasco, Roberta Banfo, Roberto Canali ed Edoardo Ghirlanda.

Nel campo di regata particolarmente suggestivo, tra il Tombolo della Feniglia e le scogliere di Forte Filippo, Forte Stella e Torre dell’Avvoltore, lo scafo del Centro Velico di Napoli della Marina Militare, “Superba”, malgrado l’incidente e l’avaria nell’ottava prova che ha impedito la partecipazione alle successive, si è aggiudicato il Titolo Italiano e il Trofeo Challenge della Classe.

Tra i primi cinque scafi premiati nella cerimonia conclusiva, segnaliamo il quarto posto dell’Ita304 “Five for Fighting” armato e timonato da Eugenia de Giacomo Pitanti del Circolo Canottieri Roggero di Lauria, che ha visto a bordo i velisti carraresi Matilde e Nicola Pitanti, Marco Bruna e Lorenzo Cusimano.

Ringraziamo per le foto inviate in tempo reale dal campo di regata, Alberto Morici.

LOS

Il marconista