Altura: iniziato a Marina di Carrara il conto alla rovescia per il Campionato Italiano Assoluto d’Altura 2023

La location toscana, per la posizione centrale, per un campo di regata noto e apprezzato dai velisti per la variabilità delle condizioni meteo, aggiunge il richiamo della nuovissima sede del Club Nautico Marina di Carrara: uno dei circoli velici più antichi e prestigiosi d’Italia, oggi simbolo d’eccellenza della vela azzurra dell’altomare, che proprio nelle scorse settimane ha ultimato i lavori di restyling della clubhouse, che farà il suo esordio ospitando gli equipaggi dei tricolori della Vela d’Altura.

La tradizione italiana in questa specialità, la grande partecipazione al fitto calendario di regate lungo tutti i mari della penisola, e il richiamo dei titoli italiani in palio, sta facendo convogliare su Marina di Carrara una flotta interessante per varietà e qualità, con barche dai 9 ai 16 metri, e con molti armatori e campioni specialisti della Vela d’Altura.

Tra le barche partecipanti molti i defender dei titoli italiani conquistati nel 2022. E’ il caso di “Morgan V”, il Club Swan42 di Nicola De Gemmis vincitore lo scorso anno nelle classi A e B, e “Sugar”, il Corsa915 di Alex Magnani, che quest’anno dovrà vedersela con uno scafo gemello, “Farfallina 2” di Davide Noli.

Ci sono barche che arrivano dopo aver circumnavigato l’Italia come il Farr40 “Marinariello” di Francesca De Bona dello Yacht Club Monfalcone.

Ma più in generale sono tanti gli scafi con nomi e team di rilievo nel panorama del settore, protagonisti sui campi di regata: “Axa Paolissima” (GS-56), “Comanche Sagola” (Farr45), “Blue Sky” (Club Swan45), “Faster III” (GS-43), “Scugnizza” e “Guardamago II” (Italia Yachts 11.98), “Spirit of Nerina” (X35), gemella dell’”Excalibur” del Presidente UVAI (Unione Vela Altura Italiana) Fabrizio Gagliardi.

Tra la cinquantina di barche iscritte, sono cinque gli scafi gialloblu che parteciperanno all’Italiano: i Club Swan42 “Mela”, armato da Andrea Rossi, e “Frantaghirò”, armato da Carlandrea Simonelli che insieme a “Giuliana”, il Club Swan50 di Alberto Franchi, vanno a comporre la nutrita flotta di scafi prodotti dall’iconico cantiere finlandese che all’Italiano di Carrara è rappresentato da nove “Cigni”.

Tra gli scafi di casa anche il Grand Soleil37 “Valhalla” di Marco Bruna e il Vismara46 “K8” armato da Riccardo Crotti.

“Siamo orgogliosi di accogliere questa manifestazione che la FederVela ha assegnato al Club Nautico Marina di Carrara per i successi dei nostri velisti nelle regate nazionali ed internazionali. Il Comitato Organizzatore sta lavorando con impegno e passione per accogliere al meglio nella nostra sede rinnovata l’eccellenza della vela italiana.”

Queste le parole di Carlandrea Simonelli, Presidente del Club Nautico Marina di Carrara che si appresta ad ospitare il Campionato Italiano Assoluto d’Altura 2023.

Il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura Edison Next 2023 è uno degli appuntamenti più importanti della stagione velica tricolore: ogni anno i migliori equipaggi e le migliori barche si ritrovano per dare l’assalto agli “scudetti” della Vela d’Altura, specialità che riunisce yacht delle categorie Regata e Crociera/Regata, suddivise in varie classi per dimensione, espressione della più moderna cantieristica italiana e internazionale. E’ una vela che coinvolge migliaia di appassionati, armatori e velisti, in un fitto calendario di gare che culmina proprio con il Campionato Italiano, l’evento più atteso.

LOS

Contatto media, anche durante il campionato:

CNMC – Laura Olimpia Salvatore +39 347 262 2696

Il marconista