Altura: il Club Nautico s’appresta ad ospitare il Campionato Italiano Assoluto d’Altura 2023

Il Club Nautico Marina di Carrara si appresta ad ospitare il Campionato Italiano Assoluto d’Altura 2023: la prestigiosa manifestazione velica che elegge la migliore barca dell’anno.

https://www.campionatoitalianoaltura2023.it

A voler usare una metafora calcistica potremmo definire il Campionato Italiano Assoluto d’Altura “lo scudetto della vela italiana”: l’evento principale riservato alle barche a vela della lunghezza massima di 16,40 metri; l’appuntamento imperdibile per tutti gli armatori e gli equipaggi che competono ai livelli più alti nel panorama agonistico della vela.

La manifestazione che coinvolge moltissimi appassionati, è uno dei cinque eventi di punta promossi durante l’anno dalla Federazione Italiana Vela che ha assegnato al Club Nautico Marina di Carrara l’edizione 2023 in seguito ai successi ottenuti sui campi di regata dalle barche degli armatori del sodalizio sportivo carrarese, oggi simbolo d’eccellenza della vela azzurra dell’Altomare.

“L’assegnazione a Marina di Carrara che ci rende orgogliosi -ha commentato Carlandrea Simonelli, Presidente del Club Nautico- testimonia la vitalità e la gloriosa tradizione di questo circolo che ha sempre interpretato il ruolo di protagonista nell’ambito della vela italiana.”

In collaborazione con l’Unione Vela d’Altura Italiana (UVAI), la manifestazione ospitata al Club Nautico Marina di Carrara ha ricevuto, per lo spiccato prestigio sportivo, il patrocinio delle maggiori Istituzioni compresa Regione Toscana e Comune di Carrara. L’alto livello agonistico dei partecipanti, infatti, colloca il Campionato Italiano Assoluto d’Altura tra le più importanti manifestazioni sportive dello Stivale.

Espressione della moderna cantieristica nautica nazionale ed internazionale, il Campionato Italiano Assoluto d’Altura è un evento di grande richiamo e molto spettacolare capace di veicolare, anche verso le nuove generazioni, i valori del fair-play che la vela promuove come elemento necessario e non accessorio all’interno di una disciplina pulita che bandisce i brogli, il doping, la violenza verbale e fisica, le discriminazioni.

“Assegnato al Club Nautico Marina di Carrara, questo prestigioso evento sportivo sarà un’indimenticabile festa della vela” ha commentato l’olimpionico velista carrarese Tommaso Chieffi che parteciperà al Campionato con il ruolo di tattico a bordo di una delle barche iscritte.

Tommaso Chieffi

In sinergia con i vertici della Federazione Italiana Vela, il Comitato Organizzatore presso il Club Nautico Marina di Carrara è a lavoro per garantire la migliore ospitalità ai velisti partecipanti nell’ottica di una politica d’accoglienza tesa alla promozione e allo sviluppo dello sport. “Attendiamo qui a Marina di Carrara -ha concluso Simonelli- l’eccellenza della vela nazionale ed internazionale espressione dei successi degli armatori italiani che, per numero di iscritti, per i certificati di stazza emessi, per la movimentazione di barche ed equipaggi, posizionano la vela azzurra tra le migliori del panorama mondiale dell’Altomare.”

L’evento si propone, infine, come un’ottima vetrina per il territorio apuo-versiliese e più in generale toscano, così ricco di cultura, storia e bellezze paesaggistiche con positive ricadute sull’economia e l’indotto.


Il sodalizio sportivo che oggi conta oltre 700 Soci ed è il punto di riferimento per nuoto, pallanuoto, tennis e, naturalmente, vela, è stato fondato nel ’53 da una gruppo di amici guidati dal desiderio di creare un luogo capace di accogliere gli sportivi del territorio.

Sono passati 70 anni da quando è stata bonificata la radice rocciosa su cui tuttora si trova la sede del Club Nautico Marina di Carrara, allora denominato Club Nautico Apuano.

Articolato su più sport, all’inizio anche il canottaggio, il neonato sodalizio sportivo carrarese aveva manifestato da subito la sua natura complessa. I primi anni di vita possono essere definiti “eroici” perché tutto venne creato dal nulla iniziando dalla costituzione dell’assetto giuridico, lo statuto sociale ed un primo Consiglio Direttivo.

Sono state molte le anime degli Sportivi e dei Dirigenti che hanno creduto nell’importanza di questo progetto investendo risorse, idee, entusiasmo, determinazione, caparbietà e coraggio. Fin dalla nascita -la costruzione della palazzina tuttora sede del Club, il piazzale, la prima gru a mano, i primi campi da tennis- questo sodalizio sportivo è stato teatro di eventi importanti: nel ’53, infatti, troviamo il Club Nautico nel Calendario Sportivo dell’Unione Società Veliche Italiane come organizzatore di una manifestazione di due scafi, le “U” e le “Esse” -barche da tre e da due- che ancora oggi regatano all’interno dei rispettivi circuiti conservando il loro charme. E a distanza di soli due anni dalla fondazione, il Club Nautico Marina di Carrara si era imposto nel panorama nazionale a buon diritto come uno dei pochi autorevoli teatri dello yachting italiano.

L’ALBO D’ORO

Da quel lontano 1953 il Club Nautico Marina di Carrara ha giocato il ruolo di indiscusso protagonista nella storia sportiva del territorio e tuttora detiene il record per i risultati sportivi dei suoi Atleti che non è stato ancora ripetuto né migliorato da altri circoli velici:

-UNICO circolo di vela Italiano ad aver, per 6 edizioni consecutive, propri atleti selezionati nella squadra Olimpica di Vela:

1976 MONTREAL: Pierluigi Pregliasco ( classe FD)

1980 MOSCA: Antonio Santella ( classe 470)

1984 LOS ANGELES: Tommaso ed Enrico Chieffi (classe 470)

1988 PUSAN: Luca Santella ( classe Tornado)

1992 BARCELLONA: Luca Santella ( classe FD)

1996 ATLANTA: Enrico Chieffi ( classe Star), Guglielmo Vatteroni (allenatore classe 470), Andrea Madaffari (Prep. Atletico)

-UNICO circolo a classificare 2 propri equipaggi ai primi 2 posti di un Campionato Italiano:

1982 Classe 470: 1° Chieffi T.-Chieffi E.  2° Santella L.-Vatteroni G.

1984 Classe S: 1° Manfredini A.- Giusti P.  2° Vatteroni G.- Bottari P.

1992 Classe 470 J: 1° Vanelo U.-Vatteroni M. 2° Perazzo M.-Cappè G.

Il Club Nautico Marina di Carrara si è sempre distinto per aver firmato la regia di molte manifestazioni sportive ed importanti eventi nazionali ed internazionali tra cui ricordiamo, uno su tutti, il Campionato del Mondo Classe 470 nel 1985 in cui i carraresi Enrico e Tommaso Chieffi vinsero il titolo nelle acque di casa.

Una gloriosa tradizione che è stata capace di rinnovarsi ed essere d’ispirazione per la programmazione successiva di eventi di prestigio.

Prova ne è l’assegnazione al Club Nautico Marina di Carrara del Campionato Europeo Optimist 2024: la prestigiosa manifestazione velica internazionale, fortemente voluta dalla Presidenza Simonelli nell’ottica dell’eccellenza e della valorizzazione delle classi sportive giovanili, per il quale la venue carrarese si è mostrata ideale rispetto a tutti gli altri circoli europei candidati.

LOS

Il marconista